Costruiamo conversazioni

conversazioni, relazione, Riflessioni

Scritto il 16.09.2015 da Gianfranco Vallana

IL NOSTRO UNIVERSO SI REGGE SULLE CONVERSAZIONI

Il poeta della beat generation americana John Holmes diceva “è bene che tu ricordi che, a parte un’unica marginale eccezione, l’universo intero è composto da altre persone”.
Per questo il nostro universo non può che reggersi sulle conversazioni. Sono l’unica cosa che può dare un senso alla nostra individualità, e proiettarla in una dimensione universale.

Dopo queste affermazioni dovrei ritenermi fortunato: ho lavorato per 30 anni nella comunicazione, e non ho fatto altro, almeno in teoria, che costruire conversazioni. Qualcuno obietterà “ma non tra persone, ma tra una marca e le persone” e qualcun altro dirà “lo hai fatto sempre nell’interesse di uno solo, la marca emittente, e non del ricevente, il consumatore”.

Vero solo in parte, perché ho avuto maestri, a cominciare da Lester Wunderman, che mi hanno insegnato che la comunicazione poteva funzionare solo nell’interesse del consumatore”. E mi hanno abituato fin dall’inizio a cercare di intuire, capire, studiare l’interesse e i desideri dei singoli, prima di decidere come organizzare una campagna e cosa dire in un messaggio.

Questo insegnamento qualche anno fa era applicato da una parte esigua dei comunicatori professionali.

Nella mia vita di professionista della comunicazione, ho vissuto sempre ai margini del mondo delle agenzie tradizionali. In queste la creatività era la principale merce da vendere, e la creatività aveva come scopo quello di sorprendere, non di dialogare. Noi invece lavoravamo per costruire contatti diretti, e mettevamo quotidianamente alla prova la nostra capacità di costruire dialoghi.

Ma avevamo pochi strumenti per farlo, in confronto a quelli odierni: e per questo oggi a volte mi sento come un bambino nel paese dei balocchi. Ci sono mille possibilità per dialogare, nel modo e nei tempi preferiti dai nostri interlocutori; il sacro Graal della comunicazione individuale è diventato una realtà.

Questo, però, non succede dovunque: nonostante le affermazioni di molti colleghi, pochi sono spinti da questa ossessione e pochi sanno come mettere in piedi un’organizzazione per farlo davvero.

Per questo oggi mi ritengo finalmente fortunato. Ho trovato un gruppo di aziende e di professionisti con cui costruire un’azienda di marketing e comunicazione per soddisfare il mio sogno. Costruire solo dialoghi di piena soddisfazione per i destinatari. Satisfactory.


Scritto da

Gianfranco Vallana

Chief Marketing Officer Satisfactory e Brand & CRM strategist

contatti

Vuoi saperne di più?
Vuoi conoscere Satisfactory?

Inserisci i tuoi contatti o chiamaci ai numeri che trovi in basso, sarà un piacere parlare di obiettivi da raggiungere e proporti soluzioni per farlo.

captcha


Socialize with satisfactory

Discuss

I commenti sono chiusi.

Utilizziamo cookie per favorire l'utilizzo del sito e ottimizzarne l'esperienza di navigazione. Continuando la visita del sito l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi